Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Oranti di strada
Bisogna partire per un'avventura in cui chi calcola le cose non sei tu (G. Alberione)
Maria Madre nostra, è il pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.
Una frase del Vangelo per te:

Brevi cenni sulla Bibbia dei Testimoni di Geova

Il nome Geova , che si ispira a Is 43,10: «Voi siete i miei testimoni - oracolo del Signore - miei servi, che io mi sono scelto perché mi conosciate e crediate in me e comprendiate che sono io», è una lettura del nome divino, che più correttamente andrebbe pronunciato Jahweh, ma questo forse è il meno, giacché:
  • nella Bibbia dei Testimoni di Geova mancano i libri deuterocanonici dell'Antico Testamento;
  • è una traduzione dall'inglese (!) e non dai testi originali;
  • il testo viene manipolato in pochi ma precisi dettagli, (Un solo esempio: Mt 26,26-28: «Prendete e mangiate. Questo significa il mio corpo...» Scrivere "significa" invece di "è" cambia completamente il senso autentico dell'Eucaristia!
  • si usano citazioni frammentarie della Bibbia allo scopo di poter accomodare e sostenere tesi fantasiose;
  • i versetti biblici vengono citati come suonano, estrapolandoli dal contesto senza tener conto della necessità di uno studio del loro significato ristretto nel contesto di visioni più ampie, se non dell’intero Antico Testamento;
  • letteralismo biblico: il testo è interpretato senza verificare se abbia un significato simbolico. (Ad es. in Ap 7,4 il numero 144.000 è preso rigorosamente alla lettera e non come risultato di 12x12x1.000 con evidente allusione al popolo delle dodici tribù e al suo compimento.);
  • interpretazione metaforica: quando fa comodo però, il testo è usato in modo figurato. (Ad es. nella frase «In principio Dio creò il cielo e la terra» (Gen 1, 1 ), il cielo viene considerato una metafora degli angeli con a capo lucifero, mentre la terra sempre metaforicamente indicherebbe Adamo ed Eva.);
  • accostamento di testi estranei: (Ad es. i tre testi d i Dn 4, 10-1 7 ; Ap 12,6.14 e Ez 4,6 accostati senza fondamento tra loro e interpretati l'uno con l'altro portano al 1914 come anno della fine del mondo.);
  • equiparazione tra Antico e Nuovo Testamento: non si accetta che ci sia un progresso della rivelazione tra I'Antico e il Nuovo Testamento. (Ad es. si nega la S.S. Trinità perché non la si trova affermata nell'Antico Testamento.)
  • e, attenzione! negano che Gesù fosse vero uomo e vero Dio, figlio di Dio! asserendo che Gesù era un profeta... infatti, avete mai sentito di apparizioni di Maria o di Gesù (oppure di locuzioni) a un testimone di ...? Già, testimoni di cosa, se non c'è fede e di conseguenza, non esiste neppure una religione?
E' impossibile instaurare un dialogo aperto con i testimoni di Geova, sia perché la loro interpretazione dei testi biblici è del tutto arbitraria, sia perché convergono sempre a pilotare il dialogo con le contro-risposte del loro manuale intitolato: "Ragioniamo facendo uso delle Scritture".
Training e rendimento, esattamente come nel più efficiente marketing commerciale... d'altronde, da un americano, (manco prete) - "inventore" dei Testimoni di Geova - che si inventa una religione personale, ma dire "religione" è fuori luogo, è un'associazione, è quasi scontato.

Nessun commento:

Posta un commento