Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Oranti di strada
Bisogna partire per un'avventura in cui chi calcola le cose non sei tu (Beato G. Alberione)
Maria Madre nostra, pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.
Una frase del Vangelo per te:

Don Vincenzo Carone

Le catechesi di Don Vincenzo Carone
Si tratta di meditazioni dalle quali poter trarre grande beneficio, innanzi tutto per l'essenzialità dei temi trattati, ma anche per la chiarezza e la semplicità del linguaggio espositivo, che fa uso di parole "piene", concrete, tali da rendere la lettura consistente, pur restando scorrevole e comprensibile a tutti, senza giri di parole.

Sono nato a Taranto il 6 ottobre 1940.
La mia missione inizia da Langenthal (Svizzera), nell’aver cura spirituale degli italiani in trentatré centri abitati: l'intera regione di Oberargau nel Cantone di Berna. Quando la missione di Burgdorf assorbì Langenthal, il Vescovo mi assegnò la parrocchia di Lostallo, Cabbiolo e Sorte nel Grigioni italiano, per poi destinarmi dopo cinque anni alla parrocchia di Curwalden presso Coira. Giunto all’età della pensione mi sono ritirato a Einsiedeln, dove mi dedico a tutti gli italiani e svizzeri interessati al mio lavoro di sacerdote.
Le mie Catechesi sono considerazioni pratiche sulla vita cristiana, incoraggiamenti e chiarimenti riguardo a tante concezioni distorte e molto diffuse.

Alcuni chiarimenti per i lettori delle mie catechesi.
Catechesi significa istruzione, i temi sono in riferimento alla Sacra Scrittura e alla Tradizione della Chiesa. Sono delle proposte di vita spirituale, ognuno poi è libero di pensarla come vuole. Il tema che stiamo trattando non è satana, costui è una persona o meglio un angelo che si è ribellato a Dio; Dio non crea i mostri e una persona non può diventare un mostro, coloro che pubblicano immagini del demonio che fanno paura si ricordino che fanno molto male alle anime.
Un tale si confessò da Padre Pio e disse: "Ho detto al demonio tante terribile parole e insulti". Padre Pio gli rispose: "Giovanotto, anche lui è una creatura di Dio".
Lo incontriamo all’inizio della storia col nome di serpente, è un nome simile a quello che noi diamo ad alcune donne quando diciamo: "quella è una vipera" ...
Satana non può usare contro di noi nessuna violenza, e il problema dell’indemoniato va trattato a parte, ma se vuoi conoscere la sua tattica per tentare l’uomo medita la tentazione contro Eva nel Paradiso Terrestre. Quel dialogo costituisce l'essenza di queste ultime catechesi e ci fa conoscere il metodo di persuasione di satana e la reazione della donna; io cerco soltanto di fare un chiaro riferimento alla nostra vita, ai nostri problemi e alla nostra mentalità.
Il tema quindi non è satana, il tema è le tentazioni.
Gli ebrei nel deserto e dopo nella terra promessa non seppero resistere alle tentazioni per cui rifiutarono Cristo e Dio tolse loro la qualifica di popolo eletto. Tutti quelli che vogliono andare in Paradiso devono imparare a vincere le tentazioni.
San Giovanni dice: chi afferma di essere senza peccato è un bugiardo, quindi tutti dobbiamo confrontarci con le tentazioni.
Gesù disse agli Apostoli: "Io vado al Padre e il principe di questo mondo tornerà, non abbiate paura Io sono con voi sempre, non vi lascio soli".
Quindi non credo di turbare le vostre anime se cerco di farvi capire come stanno le cose ...

Don Vincenzo Carone.

Nessun commento:

Posta un commento