Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO INIZIO */ /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO FINE */
Maria è pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco, pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione, pro nationum concordia, pro principibus christianis, pro tranquilitate populorum, ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Preghiere tratte dalle "Rivelazioni dell'Amore Divino" di S. Gertrude di Helfta ("La Grande")

"Vi ho concepiti tutti nel ventre del mio Amore Materno..."
Santa Gertrude meditò che il Signore è chiamato esattamente unigenito, figlio unico, più che primogenito, poiché la Vergine Immacolata non ha avuto altri figli se non questo Figlio unico, che meritò di concepire per opera dello Spirito Santo.
La Beata Vergine maternamente le disse: "Il mio dolcissimo Gesù non è unigenito figlio unico, ma primogenito, primo nato, perché l'ho concepito prima nel mio seno. Ma dopo di lui e attraverso lui vi ho concepiti tutti nel ventre del mio amore materno, affinché voi diventaste suoi fratelli e figli miei."

Cristo, vita della mia vita
O vita della mia vita, possano gli affetti del mio cuore accesi dalla fiamma del tuo amore, unirmi intimamente a Te. Possa la mia anima essere come morta riguardo a tutto ciò che potrebbe cercare all'infuori di Te. Tu sei lo splendore di tutti i colori, la dolcezza di tutti i sapori, la fragranza di tutti i profumi, l’incanto di tutte le melodie, la tenerezza dolcissima dei più intimi amplessi. In Te si trova ogni delizia, da Te scaturiscono acque copiose di vita, a Te attira un fascino dolcissimo, per Te l’anima si riempie degli affetti più santi. Tu sei l’abisso straripante della Divinità, o Re, nobilissimo tra tutti i re, o Sovrano eccelso, o Principe chiarissimo, o Signore mitissimo, o Protettore potentissimo, o Gemma nobilissima di vivificante umanità, o Creatore di tutte le meraviglie, o Maestro dolcissimo, o Consigliere sapientissimo, o Soccorritore benignissimo, o Amico fedelissimo.
Tu unisci in Te tutti gli incanti di un’intima dolcezza. Tu accarezzi con soavità, ami con dolcezza, prediligi con ardore, o Sposo dolcissimo e gelosissimo. Tu sei un fiore primaverile di pura bellezza, o Fratello mio amabilissimo, pieno di grazia e di forza, o Compagno giocondissimo, Ospite liberale e generosissimo.
Io preferisco Te ad ogni creatura, per Te rinuncio ad ogni piacere, per Te sopporto ogni avversità, non cercando in ogni cosa che la tua lode. Col cuore e con la bocca confesso che Tu sei il Principio di ogni bene.

Alla S.S. Trinità
O Fonte delle Luci eterne, Trinità Santa che sei Dio.
Padre Santo, accoglimi nella tua clementissima paternità.
Gesù amatissimo, accoglimi nella tua soavissima fraternità,
Spirito Santo, Dio Amore, accoglimi nella tua benevola misericordia e carità.
O Amore che unisce, Dio del mio cuore.
Quando mi assorbirà quel dolcissimo raggio, per essere con Te un solo amore e un solo spirito?

Bacio della S.S. Trinità
O Spirito Santo, amore: tu sei il soave bacio della Santa Trinità, che unisce il Padre e il Figlio.
Tu sei quel benedetto bacio che Dio ha dato all'umanità per mezzo di Gesù Cristo.
O bacio dolcissimo, il tuo vincolo non abbandoni me, atomo di polvere; i tuoi abbracci mi stringano, affinché divenga una sola cosa con Dio.
Fammi sperimentare quali delizie siano in te, Dio vivente, e concedimi di unirmi pienamente a te.
Tu sei la mia ricchezza e, in cielo e in terra, niente altro, sogno, desidero e spero.

Vieni, o Dio amore
Vieni, o Spirito Santo, vieni, o Dio amore, riempi il mio cuore, purtroppo vuoto di ogni bene. Accendimi, affinché ti ami; illuminami, affinché ti conosca; attraimi, affinché io trovi in te le mie delizie; possiedimi, affinché goda di te.

Il tuo Santo Spirito
Signore Dio, mio creatore e redentore, infondi in me il tuo Santo Spirito e iscrivimi al tuo popolo di adozione come un nuovo figlio, perché riceva per grazia, insieme ai figli della promessa, quello che non ho per natura.
Fammi grande nella fede, lieto nella speranza, paziente nella sofferenza, felice nel lodarti, fervente nello spirito, fedele nel tuo servizio, Signore; vigilante nella perseveranza sino alla fine della vita, perché veda allora coi miei occhi la realtà che ora credo nella speranza, veda te, quale sei, faccia a faccia.
Là, Gesù diletto, mi farò simile a Te e nella contemplazione del tuo Volto sarà il mio eterno riposo. Amen.

Per liberare mille anime dal Purgatorio
Nostro Signore disse a Santa Geltrude la Grande che la seguente preghiera libererebbe mille anime dal Purgatorio ogni volta che venga detta con amore. La preghiera è stata poi estesa anche ai peccatori viventi.
"Eterno Padre, io offro il Preziosissimo Sangue del Tuo Divin Figlio Gesù, in unione con le S. Messe celebrate in tutto il mondo oggi, per tutte le Anime Sante del Purgatorio, per i peccatori di ogni luogo, per i peccatori della Chiesa universale, per quelli della mia casa e dentro la mia famiglia."

Per un ammalato
Fa' o Signore, che secondo gli eterni desideri del tuo Cuore paterno, ogni istante di patimento che Tu riservi a quest'infermo, procuri la Tua gloria e accresca i suoi meriti per il cielo. Signore, conservagli la pazienza.

Al Sacro Cuore
Io ti saluto, o Sacro Cuore di Gesù, sorgente viva e vivificante di vita eterna, tesoro infinito della Divinità, fornace ardente dell’Amore Divino. Tu sei il luogo del mio riposo e il mio asilo, o amabile mio Salvatore. Accendi il mio cuore di quell'amore ardente di cui è acceso il Tuo: diffondi nel mio cuore le grazie grandi di cui il tuo è la sorgente, e fai che il mio cuore sia così unito al tuo, che la tua volontà sia la mia e la mia sia eternamente conforme alla tua, poiché io desidero che ormai la tua santa volontà sia la norma, di tutti i miei desideri e di tutte le mie azioni. Amen.

Offerta del lavoro della giornata
Signore, ti offro il mio lavoro della giornata per mezzo del Tuo Figliuolo Gesù nella virtù dello Spirito Santo per la Tua eterna gloria e per l'acquisto delle sante indulgenze.
Pater, Ave, Gloria secondo l'intenzione del S. Padre.

Cancella i peccati
O amabilissimo Gesù, per il Tuo udito benedetto, sempre aperto ai pentiti, cancella le iniquità da me commesse con l'udito.
Per la vivificante potenza delle parole sì dolci della tua bocca benedetta, cancella i peccati dalla mia lingua maldicente.
Per la perfezione delle tue opere, per le piaghe delle tue mani, cancella i peccati dalle mie mani colpevoli.
Per la dolorosa fatica dei tuoi piedi benedetti e per le loro piaghe così crudeli, cancella le impurità contratte con le mie colpe.
Per la purità d'intenzione che santificò tutti i tuoi pensieri, per l'amore infiammato del tuo divin Cuore, cancella tutte le iniquità dei miei pensieri e del mio cuore perverso.
Per la nobile innocenza e per la santità infinita della tua vita, purifica la mia vita contaminata dall'infezione del peccato.
Lavandole nel tuo preziosissimo Sangue, purifica e distruggi tutte le macchie del mio cuore e dell'anima mia affinché per i meriti tuoi santissimi, io sia puro ai tuoi occhi e meriti di osservare per l'avvenire, con cuore mondo, tutti i tuoi comandamenti. Amen.

Concedimi di amarti
Onnipotente Santo Paraclito, per quell'amore con il quale mi riservasti per te dandomi un nome divino, concedimi di amarti con tutto il cuore, di aderire a te con tutta l’anima, d’impegnare tutte le mie forze nel tuo amore e servizio, di vivere secondo il tuo volere e preparato da te, nell'ora della morte, di entrare senza macchia al banchetto nuziale.

Al Nome di Gesù
O buon Gesù, o tenero Gesù, Figlio di Dio e della Vergine Maria, pieno di misericordia e tutto cuore.
O dolce Gesù abbiate pietà di me secondo la vostra grande misericordia.
O clementissimo Gesù, pel sangue preziosissimo che avete sparso pei peccatori, lavatemi ve ne supplico da tutte le mie iniquità e quantunque io sia una miserabile ed indegna creatura, abbassate gli occhi sopra di me: io vi domando perdono e invoco il Santo Nome di Gesù.
O Nome di Gesù, Nome tanto dolce!
O Nome di Gesù, Nome tanto delizioso!
O Nome di Gesù, il più amabile tra tutti i nomi!
Che altro è Gesù se non Salvatore?
Dunque Gesù in virtù del Vostro Santo Nome siatemi Gesù e salvatemi.
Ah! Non permettere ch'io mi danni dopo che sono stato ricomprato dal Vostro preziosissimo sangue.
O buon Gesù, sono l'opera della Vostra onnipotente bontà; che le mie iniquità non mi perdano.
O buon Gesù, abbiate pietà di me nel tempo della misericordia affinché non m'abbiate a condannare nel giorno del giudizio.
O dolce Gesù, se la Vostra severa giustizia vuol condannarmi ricorro alla Vostra tenera misericordia e mi rifugio nel suo seno.
O amatissimo Gesù e desiderabilissimo Gesù, o dolcissimo Gesù, o Gesù, Gesù, Gesù, accoglietemi nel numero dei Vostri eletti.
O Gesù, fiducia di coloro che si rifugiano in Voi.
O Gesù, dolcezza dei cuori che Vi amano.
Fate che m'infiammi per Voi, che resti fedelmente unita con Voi e che dopo questa trista e miserabile vita, pervenga felicemente a Voi. Così sia.

Preghiera ispirata dal Signore a S. Gertrude
Ti adoro, Dio Padre! Ti adoro, Dio Figlio! Ti adoro, Dio Spirito Santo! Gloria, omaggio, onore all'augustissima Trinità, un solo Dio in tre Persone!
Vi adoro Divine Perfezioni ed adoro specialmente l'Amore Misericordioso!
Ti adoro, Gesù Verbo Incarnato, Figlio Eterno dell'Altissimo e Figlio di Maria Vergine!
Ti adoro, Gesù Crocifisso, Redentore del mondo!
Ti adoro, Gesù Sacramentato, in tutti i Tabernacoli del mondo e ti offro per le mani della Madre tua tutte le adorazioni che ti rendono il Cielo e la terra!
Santo, Santo, Santo è il Signore Dio dell'universo! I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nell'alto dei Cieli! Benedetto Colui che viene nel nome del Signore! Osanna nell'alto dei Cieli!

Preghiera di lode alla Divinità
O Vita dell'anima mia, che gli affetti del cuor mio assorbiti dal fuoco del tuo amore, mi uniscano intimamente a Te! Che il mio cuore rimanga privo di vita, qualora amasse alcuna cosa senza di Te! Non sei Tu che dai ai fiori bellezza, ai sapori delizia, agli odori profumo, ai suoni armonia, alle più care affezioni attrattiva e dolcezza?
Si, in Tè si trovano i più deliziosi godimenti, da Te zampillano le acque abbondanti della vita, verso di Te attrae un incanto irresistibile, per Te l'anima è inondata di santi affetti, poiché Tu sei l'abisso illimitato della Divinità!
O degnissimo Re dei re, o Sovrano supremo, Principe di gloria, Maestro dolcissimo, Protettore onnipotente, Tu sei la perla vivificante della dignità umana, Creatore delle meraviglie, Consigliere di sapienza infinita, aiuto generoso, Amico fedelissimo.
Chi si unisce a Te, gusta le più caste delizie; riceve le più tenere carezze da Te, che sei il più dolce degli amici, il più tenero dei cuori, il più affettuoso degli sposi, il più casto degli amanti!
I fiori di primavera non più sorridono se si paragonano a Te, fiore raggiante dello splendore di Dio. O amabilissimo Fratello, o Giovane pieno di grazia e di forza, o Compagno infinitamente caro, ospite generoso, albergatore munifico che servi i tuoi amici come se fossero tanti re, io rinunzio a tutte le creature per scegliere Te solo!
Per Te respingo ogni piacere, per Te supero ogni contrarietà e, dopo avere fatto tutto per Te, non voglio essere apprezzata da alcuno, ma solo da Te!
Riconosco, con il cuore e con la bocca, che sei l'Autore ed il Conservatore di ogni bene. Struggendo il mio povero cuore nel fuoco che infiamma il tuo Cuore Divino, unisco i miei desideri e la mia devozione alla forza irresistibile delle tue preghiere, affinché per questa intera e divina unione io sia condotta alla vetta della più alta perfezione, dopo di avere estinto in me tutti i movimenti della natura ribelle.
Geltrude vide che ciascuna di queste aspirazioni brillava come perla incastonata in monile d'oro.
Mentre stava recitando con grande devozione la preghiera durante la Messa nella domenica successiva, vide Gesù che provava gioia immensa. Allora gli disse:
O amatissimo Gesù, poiché questa supplica ti è tanto gradita, voglio diffonderla e così molti potranno offrirtela a modo di un aureo gioiello.
Il Signore le rispose: “Nessuno può darmi ciò che è mio. Sappi che se alcuno reciterà devotamente questa preghiera, otterrà la grazia di conoscermi meglio e, per l'efficacia delle parole che contiene, attirerà sopra di se e riceverà nell'anima sua lo splendore della Divinità, come colui che, girando verso il sole una piastra di puro oro, vede riflettere in essa il fulgore dei raggi di luce”.
Appena terminata la preghiera Geltrude provò subito l'efficacia di tale promessa, vedendo l'anima sua investita dalla luce divina, provando come non mai, la dolcezza della conoscenza di Dio.

Nessun commento:

Posta un commento