Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO INIZIO */ /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO FINE */
Maria è pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco, pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione, pro nationum concordia, pro principibus christianis, pro tranquilitate populorum, ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

L'esperienza mistica di Catalina (Katya) Rivas

Inizia con questa breve introduzione la pubblicazione di parte delle "rivelazioni di Gesù e della Madonna a Catalina Rivas", che la mistica stigmatizzata raccolse in alcuni quaderni. I messaggi, qui riproposti in ordine cronologico, potranno esserci di grande aiuto spirituale, ma dato il loro carattere apocalittico, affrontiamone la meditazione con discrezione e discernimento.

Catalina Rivas vive a Cochabamba, in Bolivia. Dall'ottobre 1994, ogni Venerdì Santo Catalina porta su di sé le stigmate del Signore. Nella prima metà degli anni 90, mentre si trovava in pellegrinaggio a Conyers, negli Stati Uniti, ebbe la visione della Croce di Cristo avvolta da una grande luce e fu pervasa da un travolgente desiderio di offrire sé stessa e la sua vita al Signore. Ella vide "quattro raggi di luce che uscivano dalle mani, dai piedi e dal costato di Gesù Crocifisso", che le penetrarono come saette nelle mani, nei piedi e nel proprio cuore. In questo modo Catalina fu "chiamata a condividere la passione di Gesù", che successivamente iniziò anche a comunicarle gli insegnamenti da trasmettere al mondo intero.
In appena 15 giorni Catalina ricevette così tanti messaggi da riempire tre quaderni con centinaia di pagine di testo. (Da notare che, nonostante Catalina non avesse terminato le scuole medie superiori e non avesse mai letto la Bibbia, questi messaggi risultano di straordinaria profondità e validità teologica).
Catalina scrive nell’introduzione di uno dei suoi libri: "Io, indegna Sua creatura, sono diventata improvvisamente la Sua segretaria… Io che non ho mai saputo niente di teologia né ho letto mai la Bibbia… improvvisamente ho iniziato a conoscere l’Amore del mio Dio, che è anche il tuo… I Suoi fondamentali insegnamenti ci rivelano che l’unico amore che non mente, non inganna, non ferisce, è il Suo; egli ci invita a vivere quell’amore attraverso numerosi messaggi, uno più bello dell’altro".

Da queste rivelazioni è stato tratto il libro “La Grande Crociata dell’Amore” e una collana di otto libri che raccoglie tutti gli insegnamenti trasmessi.
Il 2 aprile 1998 queste pubblicazioni ricevettero l’imprimatur dell’Arcivescovo di Cochabamba, Mons. René Fernàndez Apaza, il quale scrive: "Abbiamo letto i libri di Catalina e siamo sicuri che il loro unico obbiettivo è quello di condurci tutti attraverso la strada dell’autentica spiritualità, la cui fonte è il Vangelo di Cristo […] Per questo, autorizzo la loro stampa e diffusione, raccomandandoli come testi di meditazione e orientamento spirituale, al fine di ottenere molti frutti per il Signore che ci chiama a salvare anime, mostrando loro che Egli è un Dio vivo, pieno di amore e misericordia".

Nel gennaio del 1996 il dottor Ricardo Castañón, studioso e docente di neuropsicofisiologia all’università Cattolica della Bolivia, visitò Catalina in ospedale e qui ebbe modo di constatare la presenza delle stigmate sul corpo della donna e la sua terribile sofferenza durante l’esperienza mistica della passione di Gesù. Il giorno successivo il dottor Castañón annotò che "le piaghe si erano miracolosamente rimarginate", in tal modo che nessuna equipe medica riuscì mai a spiegare scientificamente una tale prodigiosa guarigione.