Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Oranti di strada
Bisogna partire per un'avventura in cui chi calcola le cose non sei tu (Beato G. Alberione)
Maria Madre nostra, pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.
Una frase del Vangelo per te:

Gesù ti viene incontro con la sua Grazia

I pensieri che satana suggerisce nella tua mente sono molto convincenti e ogni volta che si tratta di rinunziare a qualcosa di peccaminoso che ti piace realizzare, questi pensieri combaciano pienamente con il tuo amor proprio e con la tua abitudine peccaminosa che è diventata parte integrante della tua vita: in fondo, che c’è di male, fanno tutti così, questa è la realtà della vita, io non faccio male a nessuno, è assurdo dire che Dio mi manda all’inferno per questo che poi Lui stesso ha creato, Dio mi comprende, ecc.
Se non hai educato la tua coscienza a dare la priorità alla volontà di Dio, all’ubbidienza alla fede e alla ricerca delle virtù cristiane, non avrai mai la gioia di una unione di amore con il tuo Dio. La forza per rinunziare alla tendenza irresistibile a soddisfare la tentazione ti mancherà sempre fino a quando non ti metterai sulla strada della volontà di Dio, soltanto su questa strada tu incontrerai Dio e il prossimo a cui donare il tuo amore.
Gesù ha detto che soltanto l’ubbidienza al suo insegnamento crea una unione profonda con Lui. Quando ami Dio, Dio risponde al tuo amore.
Ti ricordo quello che ti ho detto altre volte: l’ubbidienza al Vangelo si concretizza nella vita di ogni giorno nella meditazione, e nell’accogliere i consigli del padre spirituale. Le confessioni che vengono ignorate o fatte senza pentimento sono molte e la vita cristiana è precipitata trascinando nel precipizio la Chiesa intera.
Se il peccato fosse una cosa da niente, se Dio perdona tutto perché comprende che l’uomo e la donna che Lui ha creato non possono vivere diversamente, mi domando che senso ha che Dio si è fatto uomo ed è morto in Croce. Cosa dovrei pensare di un Dio che si sacrifica mediante una vita di sofferenze, umiliazioni, persecuzioni spietate e conclude la sua vita terrena con una morte infame insieme a due malfattori, e questo per liberarci dai peccati e dalla forza di peccare che non è nessuna liberazione perché tutto questo "sarebbe normale"?
Se vuoi vivere dopo la tua morte, devi realizzare l’amore con cuore puro e disinteressato. Gesù è morto per te e se tu vuoi cambiare vita veramente, ti viene incontro con la sua Grazia e ti rende possibile una conversione che tu con le tue forze non realizzeresti mai. Se invece ti accomodi nel compromesso e dai la tua valutazione al bene e al male, addirittura anche quella di neutralizzare la redenzione di Cristo, quando finirà la tua vita, certamente finirà presto, ti troverai davanti a Cristo, che tu hai disprezzato con il tuo rifiuto a vivere secondo la fede, allora ti pentirai di essere stato stolto. Questo non lo dico io, l´ho letto e meditato nella Sacra Scrittura, dove lo scrittore sacro riporta il dialogo che quelli che rifiutano la fede fanno nella loro coscienza.
Noi pensavamo che coloro che rinunziavano alle gioie che il mondo dà alla vita umana fossero degli stolti, ma adesso vediamo che gli stolti siamo noi che per quattro piaceruncoli abbiamo perso la vita eterna e abbiamo fatto una fine tragica.
Concludo queste breve catechesi con una espressione di San Agostino: Colui che ti ha creato senza di te, non ti salverà senza di te.

(Don Vincenzo Carone, catechesi XXXIII)

Nessun commento:

Posta un commento