Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Oranti di strada
Bisogna partire per un'avventura in cui chi calcola le cose non sei tu (Beato G. Alberione)
Maria Madre nostra, pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.
Una frase del Vangelo per te:

Riflessioni sulla parabola del Buon Seminatore

Ti presento alcune riflessioni sulla parabola del Buon Seminatore: venne dal Cielo per seminare la parola di Dio nel mondo, una parte di questo seme cadde sulla strada: sono quei cristiani che ascoltano volentieri la predica, però non vanno oltre la predica domenicale, non fanno la meditazione per capire gli impulsi che vengono dalla Parola ed escono dalla Chiesa visibilmente sollevati e contenti. Poi arriva il demonio con le solite tentazioni e la Parola scompare dalla loro vita, perché le passioni della carne e dello spirito si risvegliano subito dopo la brevissima pausa della Messa, non incontrando nessuna resistenza; del resto nella mentalità di questi cristiani non esiste la volontà di resistere alle tentazioni. Una parte del seme cade tra i sassi, manca il terreno buono perché possa germogliare, mancano cioè i principi umani e cristiani da cui emerge la volontà di praticare la giustizia e le opere che la Parola di Dio comanda: questo uomo si lascia travolgere dalle tribolazioni della vita che non mancano mai a nessuno, non accetta di confrontare le sue idee religiose con la mentalità materialista e relativista del mondo, non sa resistere alla persecuzione di chi vuole convertirlo alla vita senza Dio e senza morale, arrivando persino a meravigliarsi che il Vangelo lo ponga in contrasto con l’ambiente in cui vive e lavora.
Gesù dice una parola molto forte: rimane scandalizzato per quello che ha sentito da me. Una parte del seme cade tra le spine, le quali lo soffocano appena accenna a svilupparsi.
Le spine sono le preoccupazioni della vita quando vengono affrontate senza la fede nella Provvidenza di Dio. Questo uomo non crede che Dio aiuta coloro che vogliono fare una vita semplice e modesta, cerca soldi, sempre più soldi, vuole avanzare nella vita alla ricerca affannosa di un benessere che illusorio. Il suo cuore è attaccato ai soldi perché non è mai contento di quello che possiede e ogni giorno è vittima di un complesso, poiché vede altri che posseggono più di quello che possiede lui e si sente povero e infelice.
La parola di Dio cade nel terreno buono quando diventa il principio e la sorgente della vita divina nell'uomo: “A chi ascolta la parola di Dio viene dato il potere di diventare figlio di Dio”, così ogni giorno aumenta l’amore verso Dio e la volontà di aiutare coloro che hanno bisogno di lui, specialmente quelli che lui può indirizzare verso la vita Cristiana.
Avanza dunque nella vita, ma col Vangelo. Inserisci la tua volontà nelle leggi e nei decreti divini che la Parola sottopone alla tua coscienza. Puoi dire di sviluppare pienamente la vita divina, quando non ci sono pause nel cammino del Vangelo e la stessa parola di Dio ti dice quello che devi fare per mettere la tua vita nelle mani del Signore, quando hai imparato ad avere fiducia in Lui, a fare la sua volontà specialmente quando mette sulle tue spalle una croce pesante, allora ti accorgi che la parola di Dio ti guida anche nella sofferenza, soltanto allora capirai il valore dell’amore di Dio.

(Don Vincenzo Carone, catechesi XXXVIII)

Nessun commento:

Posta un commento